Recensione CactusVPN 2016


CactusVPN è un servizio VPN con sede in Moldavia, fondato nel 2011 da tre amici con esperienza nell’e-commerce ed è diventato un servizio VPN abbastanza decente. Abbiamo avuto una precedente recensione di CactusVPN nel 2015 e ne abbiamo fatta una nuova per vedere come è progredito il servizio.

Per creare un account con CactusVPN è necessario solo un indirizzo e-mail e le credenziali fornite all’attivazione dell’account non includono le informazioni di iscrizione. Generano un nome utente e una password casuali per ciascun account.

CactusVPN offre 16 server in 4 paesi: Stati Uniti, Regno Unito, Paesi Bassi e Romania. Questo non è esattamente un vasto assortimento di posizioni, ci aspetteremmo una varietà più ampia, anche se a seconda delle esigenze potrebbe essere sufficiente.

Informativa sulla privacy e sulla registrazione

CactusVPN afferma di operare un servizio no-log, il che è un cambiamento rispetto alla nostra recensione nel 2015, quando sostenevano di conservare i log delle connessioni per 3 giorni

Software

CactusVPN offre un’applicazione proprietaria per Windows, Mac, iOS e Android:

Esistono altre piattaforme e dispositivi supportati, ma con file di configurazione per OpenVPN, supporto VPN del sistema operativo nativo o istruzioni di configurazione DNS disponibili sul sito Web.

L’applicazione Windows è intuitiva, fluida e non ci ha dato alcun problema. Dopo aver effettuato l’accesso, si viene reindirizzati alla schermata dell’app principale che consente di selezionare il paese, il server e il protocollo:

Il software supporta i seguenti tipi di connessioni VPN: SSTP, OpenVPN, L2TP / IPsec e PPTP. Abbiamo eseguito i nostri test utilizzando OpenVPN.

Esiste anche una scheda “Impostazioni” con funzionalità come “riconnessione automatica” e “Protezione perdite DNS”:

Abbiamo testato il servizio con e senza la protezione dalle perdite DNS e non sono state segnalate perdite durante la nostra verifica. Per quanto riguarda la funzione di riconnessione automatica, ha funzionato bene nelle nostre circostanze di disconnessione regolari testate (in caso di crash dell’applicazione o perdita della connessione a Internet).

C’è anche una pagina di informazioni che contiene alcuni link utili come tutorial di installazione e domande frequenti.

Caratteristiche

Il software è piuttosto ricco di funzionalità e ha molte opzioni che ti consentono di personalizzare la tua esperienza in base alle tue esigenze. le impostazioni vengono salvate correttamente all’uscita, anche se l’attività viene interrotta bruscamente.

CactusVPN consente tre connessioni simultanee ma, come indicato nei termini e nei servizi, queste connessioni non possono essere sul server di salvataggio:

Oltre alla scheda VPN dopo aver effettuato l’accesso all’applicazione, esiste un’opzione per accedere alla funzione SmartDNS:

La funzione SmartDNS ha effettivamente cambiato le nostre impostazioni DNS e ha funzionato bene come funzione, tuttavia, il contenuto di Netflix (che è sostanzialmente ciò per cui SmartDNS sarebbe utile nella maggior parte dei casi) non funzionava al momento di questa recensione, nella seconda metà di Dicembre 2016. Il servizio ha riconosciuto che ci stavamo connettendo tramite VPN o proxy e non avrebbe consentito la visualizzazione del contenuto. Hulu e alcuni altri servizi che abbiamo provato hanno funzionato.

Dopo aver selezionato l’opzione SmartDNS nella parte superiore della schermata di accesso, ti verrà richiesta una chiave DNS. Una volta effettuata correttamente l’autenticazione, le posizioni e le opzioni diventano disponibili. Tieni presente che puoi avere un account SmartDNS senza il servizio VPN in quanto viene venduto come pacchetto separato.

La funzione SmartDNS consente all’utente di selezionare la posizione dei server DNS da utilizzare per una migliore latenza e l’area dei siti sbloccati:

CactusVPN include anche il supporto per un “kill switch” ma non è il solito tipo trovato con la maggior parte degli altri servizi basato sulla rimozione di firewall o gateway.

La funzione consente di selezionare una o più applicazioni che vengono chiuse in caso di disconnessione. Abbiamo testato questa funzione e abbiamo scoperto che le applicazioni torrent sono state chiuse correttamente e i browser sono stati chiusi senza prompt indipendentemente dal numero di schede aperte. Tuttavia, questo “kill switch” è inferiore agli altri due tipi menzionati in precedenza perché potrebbe non funzionare sempre come previsto, potrebbe esserci un ritardo o forse semplicemente non si desidera che un processo venga interrotto in modo imprevisto, ad esempio una scheda del browser nel mezzo del “fare qualcosa”.

C’è anche un centro di apprendimento disponibile con informazioni piuttosto utili, e sembra che alcuni articoli siano ancora in fase di elaborazione e non siano nella loro forma finale.

Per quanto riguarda la crittografia, per OpenVPN utilizzano la crittografia AES-CBC a 128 bit e certificati chiave RSA 2048 bit con SHA1 HMAC. Abbiamo verificato il loro certificato CA e siamo rimasti sorpresi nello scoprire che fanno affidamento su un’autorità di certificazione (Comodo) di terze parti per firmare i loro certificati del server OpenVPN. Questa è una cattiva pratica.

Velocità

La velocità di navigazione è stata decente e dobbiamo dire che anche se ci sono state alcune discrepanze nelle posizioni testate, nel complesso le prestazioni del servizio sono state molto buone anche quando si eseguono servizi di streaming multimediale.

Il P2P è consentito solo nei Paesi Bassi e in Romania a causa delle leggi più indulgenti. I torrent non si collegherebbero su server statunitensi o britannici indipendentemente dal tipo o dalla fonte del torrent.

La velocità di download è stata buona sul server rumeno che abbiamo testato, ma sorprendentemente basso rispetto a quello in Olanda:

I risultati dei test di velocità torrent per i Paesi Bassi erano molto bassi, nemmeno misurando fino a un servizio di fascia bassa. Il server rumeno ha funzionato molto meglio, anche se non era nulla di entusiasmante.

Prestazioni mobili

L’applicazione mobile è molto facile da usare e ha un buon numero di impostazioni disponibili:

La velocità di navigazione era decente su tutti i server testati:

L’esperienza è stata fluida e non abbiamo avuto problemi o interruzioni durante lo svolgimento di alcune attività di base e l’accesso ai servizi di streaming multimediale.

Prezzi

CactusVPN offre tre piani tariffari: mensile, trimestrale e annuale, i cui prezzi sono rispettivamente i seguenti:

I prezzi sono giusti e ci piace il fatto che abbiano piani separati per VPN e SmartDNS, anche se la differenza di prezzo è così piccola che, a nostro avviso, vale la pena acquistare il pacchetto.

Per quanto riguarda i metodi di pagamento, consentono PayPal, carte di credito / debito, AliPay, WebMoney, Yandex.Money, Boleto Bancario, QIWI. A nostro avviso, questa è una buona varietà di metodi di pagamento che ti consente di optare per uno più orientato alla privacy.

CactusVPN offre una prova gratuita di 24 ore senza carta di credito richiesta, senza limiti di velocità o larghezza di banda, senza pubblicità, senza registri e accesso completo a tutte le posizioni e i protocolli VPN. C’è anche una prova gratuita di 7 giorni per il servizio SmartDNS, il che è abbastanza accettabile.

C’è anche un programma di riferimento disponibile. Ti consigliamo di consultare la loro pagina per assicurarti di sfruttare le offerte più aggiornate disponibili dal team CactusVPN. Portare un amico in rete ti darà un mese di servizio gratuito.

C’è anche un programma di affiliazione che puoi richiedere per il quale ti premia con il 25% di ogni transazione che porti al servizio.

Alcuni dei prezzi potrebbero non essere aggiornati poiché abbiamo testato il servizio durante le festività natalizie quando erano in corso diverse promozioni. Per un elenco aggiornato dei prezzi, ti consigliamo di consultare la loro pagina dei prezzi.

Supporto

L’esperienza del servizio di assistenza clienti è stata buona e piuttosto veloce. Abbiamo ricevuto assistenza tempestiva e di qualità quando abbiamo rivolto alcune delle domande al team CactusVPN.

Esistono due modi per contattare il team di supporto. C’è un modulo web e un sistema di chat online a cui è stato risposto sul posto.

Hanno una politica di rimborso di 30 giorni, ma consigliamo di leggere i termini poiché sono molto severi. Non siamo riusciti a capire uno scenario in cui potresti effettivamente beneficiare del rimborso.

Esistono molte esenzioni di responsabilità come:

Questo, almeno per noi, significa che se il software smettesse di funzionare un giorno, tutto ciò che potresti fare è aspettare e sperare che lo risolvano, poiché non fa parte dei termini e dei servizi e quindi non è un servizio obbligatorio che CactusVPN è responsabile per. Questa e altre dichiarazioni ci suggeriscono fortemente di leggere attentamente i termini e le condizioni.

conclusioni

In breve, riteniamo che CactusVPN sia un servizio completo che fa bene il suo lavoro. Ecco una rapida ripartizione di ciò che ci è piaciuto e cosa no:

Professionisti:

  • Applicazioni intuitive per le principali piattaforme.
  • Prezzi decenti.
  • Disponibile un prodotto SmartDNS separato.
  • Non chiedere la registrazione dei dati personali.
  • Un buon numero di metodi di pagamento disponibili.
  • 24 ore per VPN e 7 giorni di prova gratuita per SmartDNS disponibili.
  • Centro di apprendimento e pagina FAQ molto utili.
  • Ottima esperienza di assistenza clienti.

Contro:

  • Debole sicurezza OpenVPN, utilizzano certificati emessi da un’autorità di certificazione di terze parti.
  • OpenVPN obsoleto in bundle con il loro software.
  • Non è chiaro sulla posizione e sui dettagli dell’azienda. Il rappresentante dell’assistenza ci ha detto che hanno sede in Canada, ma tutto indica la Moldavia inclusa la loro pagina Chi siamo.
  • Velocità inferiori alla media per i server olandesi.
  • Posizioni server insufficienti rispetto ad altri servizi. Pochissimi paesi tra cui scegliere e pochi server disponibili in quei paesi.
  • P2P consentito solo su 2 posizioni.
  • Incluse 3 connessioni simultanee con un account, ma non consentite sullo stesso server.

Dalla nostra recensione dell’anno scorso, ci sono stati alcuni cambiamenti nel servizio CactusVPN, alcuni in meglio, altri in peggio. Ecco una rapida suddivisione delle differenze:

  • Bitcoin non era un metodo di pagamento accettato nel 2015, ora lo è.
  • Hanno solo bisogno di un indirizzo e-mail per creare l’account, mentre l’anno scorso le informazioni richieste includevano un nome e un indirizzo.
  • La loro Informativa sulla privacy è stata modificata e ora affermano di non archiviare alcun registro.
  • La politica di rimborso è più flessibile ora e ci sono più scenari che ti qualificano per un rimborso.
  • Ora hanno un’applicazione proprietaria per Android.
  • Anche se hanno sostituito la crittografia Blowfish con AES, hanno iniziato a utilizzare certificati di terze parti che sollevano alcuni punti interrogativi.
  • Le prestazioni (che si riflettono nella velocità di navigazione e di download del torrent) sono ora inferiori. Ciò potrebbe essere dovuto a un aumento della base di utenti senza adeguare l’infrastruttura al numero di connessioni correnti e ai requisiti di larghezza di banda.
  • Hanno rimosso un server dai Paesi Bassi, aggiunto 2 server nel Regno Unito, in Romania e i server statunitensi sono rimasti gli stessi.

Per i motivi sopra menzionati, diamo a CactusVPN un 5/10 a causa della cattiva pratica di affidarsi a un’autorità di certificazione di terze parti, alla mancanza di diversità nelle posizioni dei server e ad alcuni punteggi dei test a bassa velocità. Dovremmo vedere alcuni importanti miglioramenti nell’infrastruttura e nelle posizioni disponibili per metterli più in alto sulla scala marcata VPN. È solo una questione di prospettiva e sembrano essere sulla strada giusta.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map