Come utilizzare l’accesso privato a Internet per Torrent sicuri (3 metodi)

Accesso a Internet privato (PIA) è uno strumento di privacy incredibilmente popolare per torrent e downloader p2p. Questa guida esaminerà i punti di forza e di debolezza della scelta di PIA per i torrent.


Ti forniremo inoltre istruzioni dettagliate su come configurare PIA e il tuo client torrent per una privacy ottimale e per ridurre al minimo le perdite IP.

Indipendentemente dal tipo di dispositivo utilizzato per il torrenting (PC, Mac, Smartphone, Seedbox), uno di questi metodi dovrebbe funzionare perfettamente per te.

Nota: in questa guida si presuppone che abbiate già un abbonamento per l’accesso privato a Internet. Se stai ancora cercando un servizio VPN, consulta la nostra guida ai provider VPN compatibili con torrent. 

Sezioni della guida:

  1. Perché usare PIA per Torrent
  2. Solo VPN (metodo più semplice)
  3. Solo proxy
  4. VPN + proxy
  5. Altre considerazioni importanti

Perché l’accesso privato a Internet è utile per i torrent

Privacy reale

Per un nuovo arrivato, una VPN può sembrare altrettanto bella di un’altra, e praticamente tutti dichiarano di essere la “migliore”, la “più veloce” e la “più anonima”. Ma la verità è che molti provider VPN offrono la privacy solo nel nome, e non posso davvero eseguirne il backup.

Ad esempio, PureVPN (che ha affermato di essere un provider VPN senza log) è stato recentemente dichiarato meno veritiero. E a causa della mancanza di trasparenza della maggior parte dei provider VPN (non puoi vedere il loro codice o server) devi solo fidarti che prendono sul serio la tua privacy.

Ma PIA è una delle poche VPN a dimostrare la sua politica sulla privacy in tribunale e non è stata in grado di consegnare i record all’FBI perché non esistevano. PIA, sembra, è all’altezza della campagna pubblicitaria zero-log.

Funzionalità compatibili con il torrent

Oltre a valido politica zero-log, PIA è nota specificamente per il supporto di p2p / torrents e gli usi di filesharing. Non vietano o bloccano i download di torrent, hanno aggiunto diverse funzioni utili che adoriamo:

  1. Port forwarding: Il software VPN per PC e Android consente il port forwarding, estremamente utile per ottenere le migliori velocità durante il torrenting. Ciò è particolarmente vero se sei dietro una rete restrittiva come a scuola.
  2. Kill Switch: Una VPN nasconde il tuo indirizzo IP dai peer torrent, ma cosa succede se la VPN si disconnette? Abilitando la protezione kill-switch, PIA interromperà immediatamente la tua connessione Internet se la VPN fallisce. Ciò protegge la tua identità da colleghi e monitor torrent.
  3. Proxy SOCKS5: La maggior parte dei client torrent (Vuze, uTorrent, Deluge, QBittorrent) hanno la possibilità di utilizzare una connessione proxy per scopi di anonimato. Un proxy Socks5 è il tipo di proxy ottimale per il torrenting e PIA include l’accesso gratuito al proxy SOCKS5 con sede nei Paesi Bassi ad ogni abbonamento.

Opzione n. 1: utilizzo di PIA VPN per i torrent

L’opzione più popolare (e più semplice) è semplicemente utilizzare il software VPN di PIA per proteggere la privacy del tuo torrent. Questo metodo ha diversi vantaggi:

vantaggi:

  • Facile: nessuna configurazione manuale nel software torrent
  • Crittografia avanzata
  • Kill Switch: Prevenire le perdite di IP torrent se la VPN si disconnette

Come configurarlo:

Puoi utilizzare il software VPN di PIA su qualsiasi dispositivo Mac, Windows o Android (4.0+). Ci sono solo alcune opzioni di cui devi preoccuparti.

1. Scegli la potenza di crittografia corretta

Si consiglia di utilizzare la crittografia predefinita PIA di AES a 128 bit con crittografia handshake RSA a 2048 bit. Questa è un’eccellente combinazione di sicurezza e velocità e dovrebbe aiutarti a raggiungere velocità leggermente più elevate rispetto all’utilizzo della crittografia a 256 bit.

Puoi accedere alle impostazioni di crittografia attivando le “impostazioni avanzate” nel software PIA, quindi scorrendo verso il basso sotto l’intestazione ‘Encryption’.

Impostazioni di crittografia dell'accesso privato a Internet

Utilizza le impostazioni di crittografia “predefinite” per la migliore combinazione di velocità / sicurezza

2. Abilita il Kill-Switch

L’obiettivo principale dell’utilizzo di una VPN per torrent è assicurarsi che peer e tracker non possano vedere il tuo vero indirizzo IP. Ma se la VPN si disconnette per errore, il tuo computer si riconnetterà normalmente tramite la normale connessione Internet dell’ISP. Ma non se abiliti il ​​kill switch.

Un “Kill-Switch” interromperà tutta la connettività Internet se la VPN fallisce fino a quando non ti riconnetti alla VPN o ripristini la tua scheda di rete.

Questa è una soluzione semplice ma efficace per assicurarsi che il tuo IP reale sia mai esposto durante l’utilizzo della VPN.

Troverai l’opzione Kill-switch nel menu “Impostazioni avanzate” del software:

Attiva / disattiva PIA kill switch per torrent

Attiva l’interruttore Kill per evitare perdite IP accidentali

e mentre sei qui, considera di aggiungere anche IPv6 e la protezione dalle perdite DNS. Questi sono in genere meno importanti della maggior parte degli utenti torrent, monitorati esclusivamente dal loro indirizzo IPv4 (protetto dalla VPN). Ma meglio prevenire che curare. L’opzione per abilitarli si trova proprio accanto all’opzione kill-switch.

Impostazioni di protezione dalle perdite IP PIA

Abilita anche la protezione dalle perdite IPv6 e DNS per una sicurezza ancora migliore

3. Scegli la posizione corretta del server (Svizzera o Paesi Bassi)

L’accesso a Internet privato in realtà consente ai torrent di entrare tutti posizioni dei server, ma un segreto poco noto è che in realtà reindirizzano il traffico torrent dietro le quinte per molte di quelle posizioni dei server. Questi doppi salti causeranno solo più latenza e velocità più basse, quindi è ovviamente meglio scegliere una posizione adatta ai torrent in primo luogo.

Le migliori opzioni:

  1. Paesi Bassi (stessa posizione del proxy Socks5 di PIA)
  2. Svizzera

4. Verificare che la VPN funzioni

È importante assicurarsi che l’indirizzo IP mostrato ai peer nel software torrent sia quello della VPN e non quello reale. Il modo migliore per farlo è con un torrent di tracciamento IP.

Consulta la nostra guida completa per controllare il tuo indirizzo IP torrent per le istruzioni complete.

Opzione n. 2 – Proxy SOCKS5 di PIA

Ogni abbonamento PIA include una larghezza di banda illimitata sul server proxy SOCKS5 con sede nei Paesi Bassi. Quello che potresti non sapere è che quasi tutti i client torrent desktop (e un client Android di Flud) hanno il supporto proxy SOCKS per l’anonimizzazione dei torrent.

Pro / Contro del proxy anziché della VPN

Professionisti:

  • Più veloce (nessuna crittografia)
  • Nessuna perdita di IP al momento della disconnessione
  • IP di torrent diverso dall’indirizzo IP del browser

Contro:

  • Nessuna crittografia significa che alcuni ISP bloccheranno / rallenteranno i download
  • Riduce il numero di peer disponibili
  • Alcuni client torrent ignorano le impostazioni proxy in modo selettivo

Per una discussione più completa di questi e altri compromessi, assicurati di leggere la nostra guida completa: Proxy vs. VPN vs. Blocklists (per torrent)

Come configurarlo:

Questi passaggi sono disponibili in modo ancora più dettagliato nella nostra guida proxy PIA.

1. Ottieni il tuo login / password proxy

Per motivi di sicurezza, PIA utilizza un login / password diversi per il server proxy (diverso dall’account VPN). Per ottenere le informazioni di accesso, devi accedere al pannello del tuo account sul loro sito Web e “generare” un accesso SOCKS.

Generatore di proxy PIA SOCKS5

2. Configura il tuo client torrent

Dovrai assicurarti di utilizzare uno dei client torrent desktop che supporti completamente le connessioni peer proxy SOCKS. L’elenco comprende:

  • uTorrent / BitTorrent
  • Vuze
  • qBittorrent
  • Diluvio

Puoi trovare le istruzioni di installazione complete per TUTTI questi client torrent nella nostra guida proxy torrent, ma di seguito eseguiremo l’installazione con uTorrent perché uTorrent / BitTorrent è ancora l’opzione più popolare al mondo.

Passaggio n. 1: vai a Menu> Opzioni> Preferenze> Connessione

E individua le impostazioni del proxy su quella pagina.

Passaggio n. 2: configurare le impostazioni del proxy
  1. Genere: SOCKS5
  2. Indirizzo proxy: proxy-nl.privateinternetaccess.com
  3. Porta: 1080
  4. Autenticazione: 
  5. Nome utente / password: Generato nel passaggio precedente
  6. Utilizza il proxy per la ricerca del nome host e le connessioni peer: 

Impostazioni proxy per PIA (Bittorrent)

Passaggio 3: configurare le impostazioni sulla privacy del proxy

È molto importante assicurarti di abilitare le funzionalità di privacy in modo che il tuo proxy non perda informazioni di identificazione. Inoltre, non vogliamo che il client torrent ignori del tutto il tunnel proxy. Le impostazioni consigliate per uTorrent / Bittorrent sono:

  1. Disabilita le ricerche DNS locali: Opzionale
  2. Disabilita le funzionalità che perdono informazioni di identificazione: 
  3. Disabilita connessioni non supportate dal proxy: 

Impostazioni della privacy del proxy

4. Testa la tua connessione proxy

Assicurati che il tuo proxy si connetta e non generi un errore. Puoi provare un torrent di test per Linux per assicurarti che tutto funzioni correttamente.

Se non riesci a trovare alcun peer torrent su un torrent ben seminato, potresti avere un ISP che blocca la porta 1080. In tal caso, dovrai invece utilizzare il metodo VPN.

Infine, ti consigliamo di controllare il tuo indirizzo IP di torrent utilizzando un torrent di monitoraggio come questo.

Opzione n. 3: usa insieme il proxy VPN + PIA

Per la maggior parte delle persone questo metodo non è necessario e non ha davvero alcun vantaggio in termini di privacy. Potresti anche ottenere velocità leggermente più lente rispetto all’utilizzo del proxy o della VPN da solo.

Quindi perché preoccuparsi?

Il tuo indirizzo IP torrent sarà diverso dall’indirizzo IP del tuo browser!

Abbiamo già consigliato di utilizzare un IP basato su Paesi Bassi o Svizzera per il torrenting, ma potresti notare che inizi a ottenere risultati di google in olandese e i siti Web vengono visualizzati in lingue straniere. Con questo metodo, puoi utilizzare un server VPN nelle vicinanze nel tuo paese di origine, ma ottenere comunque un indirizzo IP olandese per i torrent utilizzando il proxy.

Tutto quello che devi fare è:

  1. Seguire le istruzioni di installazione per il proxy
  2. Connettiti a un server VPN prima di aprire il tuo client torrent

Questo è tutto.

Ecco un video di YouTube che mostra la configurazione completa:

Riepilogo e risorse aggiuntive

Ognuno di questi metodi dovrebbe funzionare alla grande per il download di torrent tramite PIA. La maggior parte degli utenti troverà il metodo solo VPN il più semplice ed efficiente ed evita molti dei problemi di risoluzione dei problemi che possono comparire con l’opzione proxy.

Assicurati di abilitare le opzioni di protezione dalle perdite di Kill-switch e IPv6 / DNS per una maggiore privacy.

E se non vuoi preoccuparti di attivare la tua VPN ogni volta che scarichi torrent, pensa a ottenere un router VPN. Eseguo una VPN sulla mia rete domestica 24 ore su 24, 7 giorni su 7 utilizzando l’opzione di configurazione a doppio router, e funziona benissimo!

In caso di problemi, non esitare a lasciare un commento qui sotto. Puoi anche consultare alcune delle nostre altre guide correlate a PIA per suggerimenti sulla risoluzione dei problemi:

  • Utilizzando il proxy SOCKS di PIA
  • La guida di installazione completa per l’utilizzo di un proxy per i torrent

Buon torrenting!

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map